Janet - Analisi Psicologica
di Antonio Sammartino
 
La storia spesso è ingiusta, ignora o ricopre con un velo d’oblio importanti autori, fra cui uno dei più significativi è PIERRE JANET (1859-1947), un filosofo, psicologo e psicoterapeuta fra i più celebri della sua epoca, fondatore di un nuovo sistema di psichiatria dinamica che anticipa le teorie di Freud, Jung e Adler.
Janet anticipa di circa un decennio i concetti e le ipotesi che furono successivamente alla base della popolarità della psicoanalisi. Infatti, il suo pensiero fu un importante punto di riferimento per Freud, Jung e Adler. Infatti i suoi studi sulla dissociazione e il trauma psicologico sono di fondamentale importanza, in quanto precursori sia della Psicoanalisi che della Psicologia Dinamica.
Janet, ad esempio, per primo evidenziò l’esistenza di una connessione diretta fra gli eventi del passato e i sintomi traumatici, considerandoli un’espressione simbolica di elementi inconsci DISSOCIATI; inoltre introdusse una tecnica terapeutica che denominò Analisi Psicologica (Janet, nel riferirsi alla Psicoanalisi usava l’espressione Psico-Analisi, per enfatizzare la somiglianza con l’espressione ANALISI PSICOlogica).
Introdusse anche i termini Dissociazione (Freud denominò Rimozione) e Subconscio; inoltre sviluppò una teoria della mente basato sull’idea di Livelli Funzionali (concetto molto importante della psicotraumatologia moderna) e sul DUAL PROCESSING degli stimoli traumatici. L’opera di Janet fu costantemente depredata e stranamente dimenticata. Solo dopo circa 100 anni fu pubblicato in Italia uno dei suoi libri più importante: L’Automatismo Psicologico.
Seleziona Ebook
Indice Argomenti