Viaggio nella Religione
di Antonio Sammartino
 

Dio è tutto ciò che la nostra mente non riesce a vedere, perché siamo immersi in una eternità, che il singolo individuo non può indagare e conoscere, che spesso fa smarrire il senso della realtà. E’ da questa cecità della mente che nasce il mito dell’occulto, che alimenta il bisogno religioso degli individui.

Diversi studiosi, ritengono che vi sia un collegamento tra il monoteismo amarniano e quello d’Israele, da cui successivamente si sono sviluppate le religioni monoteiste e quindi anche quella cattolica. Infatti, sembra che il popolo ebreo si sia formato da una fusione di diverse tribù semitiche degli Hyksos e da altre minoranze etniche, al seguito del faraone Akhenatone della sua casta sacerdotale Yahùd.

La religione cattolica non è una religione rivelata da un essere divino fattosi uomo, ma ha il suo ideatore nel faraone Amenophis IV, che verso la metà del XIV sec. A.C., in virtù dell’invenzione di un nuovo credo religioso in onore del Dio Sole Aton, cambiò il suo nome in Akhenaton e pose le basi per le moderne forme religiose monoteiste.