Storie di Sottrazione Minori
di Antonio Sammartino
 

Si sente spesso parlare di violenza esercitata da indegni uomini nei confronti delle donne. Queste persone sono da disprezzare e condannare senza alcuna attenuante. Purtroppo esiste anche una forma di violenza poco nota, che alcune donne malevoli esercitano consapevolmente nei confronti del partner e inconsapevolmente nei confronti dei figli.

Sono convinto che molte di queste persone non sono a conoscenza di essere afflitte da una forma poco nota di disturbo psicologico denominato Sindrome da Alienazione Genitoriale, che generalmente nasce da una forma di disagio psicologico, da una cattiva o inesistenza relazione con i propri genitori (assenza di accudimento) che ha origini molte remote

Le emozioni sono sensazioni brevi e fugaci, al contrario dei sentimenti che sono intensi e duraturi. L’amore è un sentimento che sfugge ad ogni definizione, ma se razionalizzato, in diversi casi si scopre probabilmente, che amore non è. Ad esempio, un genitore che manifesta eccessive attenzioni nei confronti di un figlio, in buona fede crede di amarlo, ma inconsapevolmente potrebbe voler mascherare un sentimento di odio.

L’odio è la proiezione di un timore, un sentimento molto intenso, che in genere lo si considera in contrapposizione all’amore, mentre in realtà, l’opposto dell’amore è l’indifferenza. Quindi l’odio non segnala la fine di un legame, in quanto odio e amore sono due aspetti di ciò che comunemente chiamiamo passione, un misto di sentimenti ed emozioni, da cui emerge l’ambivalenza affettiva, un abile trasformista che si nutre del senso di colpa.


Seleziona Ebook
Indice Argomenti