Alienazione Genitoriale eBook
di Antonio Sammartino
 
L'ALIENAZIONE GENITORIALE, è un abuso emotivo, praticato da persone psicopatiche incapaci di essere genitori alla pari e di comprendere i sentimenti e i bisogni affettivi degli altri, specialmente quelli dei loro figli che considerano burattini necessari per gratificare i loro patologici bisogni affettivi.

Nell’ambito del maltrattamento dei minori sono da tempo noti l’abuso fisico, sessuale ed emotivo, tuttavia l’abuso emotivo ha ricevuto una minore attenzione nella società e in psicologia, essendo in parte più difficile da definire, accertare ed osservare, in quanto non lascia segni visibili, le ferite restano sepolte nell’intimo del bambino, per riemergere durante la vita adulta. Un abuso difficile da individuare, anche perchè occasionalmente tutti i genitori ricorrono, in buona fede, ad alcune azioni associate all’abuso emotivo. Tuttavia, non è il singolo episodio che può creare problemi o essere considerato un abuso, ma è il reiterare di tali azioni che trasforma quell’esperienza in abuso, a differenza dell’abuso fisico o sessuale, in cui un singolo episodio può già essere definito come tale.

L’Alienazione Genitoriale è resa possibile da una campagna di denigrazione e di pressione fisica e psicologica sui figli che vengono indotti a perdere il contatto con la realtà degli affetti, vengono privati del loro diritto di amare ed avere relazioni con entrambi i genitori, mentre ad un genitore viene impedito di espletare il suo dovere ad essere genitore e gli viene rubato il tempo che dovrebbe trascorrere con suo figlio.


In questi casi, il successo di questa vile forma di abuso è reso possibile da un sistema giuridico-psicologico e da una legislazione che non tiene conto dei mutamenti sociali e considera ancora solo l’accudimento fisico, non la capacità delle persone ad essere un partner e nello stesso istante genitore in grado di educare i figli ad essere indipendenti, a crescere in modo sano dal punto di vista psicologico, specialmente durante il periodo in cui possono emergere conflitti relazionali, che sfociano successivamente nella separazione e quindi nel divorzio.